Robomow RS625: una falciatrice potente per grandi cantieri

VANTAGGI

Larghezza di taglio di 56 cm.
Fino a 7 zone di falciatura.
Numerose possibilità di installazione.
Manutenzione semplificata (sostituzione della batteria, ecc.).
Buona qualità di falciatura.
Applicazione per smartphone facile da usare.

SVANTAGGI

Non abbastanza tranquillo.
Modesta autonomia per la categoria.
Richiede un’installazione abbastanza rigorosa per un corretto funzionamento.
Bassa portata Bluetooth per il funzionamento tramite l’applicazione.

Presentazione
La gamma RS di Robomow è composta da tre modelli: l’RS615 per 1.500 m² (2.249 €); l’RS625 progettato per 2.500 m² (2.699 €); l’RS635 fino a 3.500 m² (3.299 €). Tutti e tre i modelli sono basati sulla stessa base, solo le batterie cambiano per aumentare l’autonomia e quindi la capacità massima di falciatura.

Attrezzature e installazione
I modelli RS rappresentano il top di gamma del marchio e sono in grado di falciare grandi superfici. Tuttavia, quando si installa il robot sul campo, è necessario pensare attentamente all’installazione del robot sul campo, in modo da creare diverse aree e quindi garantire che non si perda spazio. Questo perché le SR non sono dotate di GPS o di un sistema di mappatura della superficie. Come la maggior parte dei robot, si muovono in modo casuale sul campo, cambiando direzione quando colpiscono un ostacolo (solo sensore a contatto) o rilevano il filo che delimita l’area da falciare. Un principio di funzionamento che può sembrare poco intelligente, ma in pratica è sufficiente… a condizione che l’impianto sia ben mantenuto.

L’installazione di un cavo perimetrale dovrebbe quindi essere effettuata dopo aver pensato alla creazione di diverse aree di falciatura, che saranno poi registrate nel robot e falciate più o meno spesso a seconda della loro superficie (possibilità di regolazione manuale). Si eviterà quindi di andare a capofitto nell’installazione se si dispone di un prato diviso in più parti intorno alla casa e ingombro di ostacoli. Fortunatamente, le istruzioni sono abbastanza chiare per capire come procedere e non è necessario essere un “fai da te” per installare un tosaerba. Tuttavia, se la zona da falciare sembra un po’ complicata o semplicemente per motivi di tranquillità, è possibile rivolgersi a un professionista. Da parte nostra, abbiamo effettuato i nostri test su due aree, una piccola (circa 300 m²) per le consuete misure, l’altra più grande (circa 2.000 m²) e ingombra per mettere in difficoltà la falciatrice con diverse aree e ostacoli.

L’installazione consiste nel fissare a terra un filo elettrico (350 m incluso) con dei picchetti (450 in dotazione) ad una certa distanza dai bordi dell’area da falciare (40 cm da un muro o da un bordo, 32 cm da un bordo senza bordo). Il cavo può essere interrato fino a 5 cm di profondità per andare sotto un marciapiede, ad esempio, o se c’è il rischio che qualcuno o qualcosa possa impigliarsi su di esso, ma questo di solito non è necessario sulle aree erbose, in quanto viene coperto dall’erba nuova entro pochi mesi al massimo. I punti più delicati quando si installa un modello Robomow si trovano in passaggi stretti, dove il filo deve essere installato in modo speciale, seguendo uno schema mostrato nel manuale. Niente di insormontabile, ma bisogna essere metodici. Il sistema a filo guida proposto dal concorrente Husqvarna ci sembra più semplice da implementare e più efficiente nell’uso quotidiano quando si sposta la falciatrice da un’area all’altra. Tuttavia, le possibilità di installazione di Robomow sono molte e varie per adattarsi alla maggior parte delle situazioni, soprattutto perché con un massimo di 7 zone da gestire, l’RS625 può in linea di massima gestire i terreni più complessi. Apprezzata è anche la possibilità di installare la Stazione Base posizionata all’indietro rispetto alla zona da falciare, anche se il cavo di 20 m di lunghezza permette il posizionamento lontano da una presa di corrente. È un peccato, tuttavia, che la base non protegga la falciatrice dai raggi UV e dalle intemperie, poiché non è consigliabile lasciare il robot sempre in pieno sole (usura dell’elettronica e soprattutto della batteria). Contate 200 € in più per il rifugio opzionale RoboHome o per la realizzazione di una protezione.

In assenza di un filo guida, Robomow RS625 deve seguire il filo perimetrale – un’opzione di tracciamento a distanza impedisce alla falciatrice di guidare sempre sullo stesso percorso per evitare le tracce delle ruote – per raggiungere le diverse aree di falciatura pre-programmate. Vengono gestite anche zone separate, con la possibilità di installare una base secondaria (da acquistare in aggiunta) se sono inaccessibili dalla zona principale o troppo grandi per essere falciate in una sola volta.

La stazione RS625 consuma 6,1 watt quando la falciatrice è carica e sulla sua base o falciatura. Tuttavia, una modalità ecologica consente di mettere la falciatrice in modalità standby a consumo zero.

Se vuoi scoprire dei modelli simili, leggi i nostri articoli su Husqvarna Automower 330X, Husqvarna Automower 315Husqvarna Automower 450X .

Ergonomia e utilizzo
L’RS625 è dotato di un piccolo schermo LCD monocromatico a bassa risoluzione. Non è protetto da una copertura, ma non è influenzato dall’acqua o dalla sporcizia. È associato a 4 pulsanti che vengono utilizzati per navigare attraverso i menu. A differenza dei modelli RC, i menu RS sono relativamente semplici da utilizzare, anche se è necessario scorrere l’intero elenco delle funzioni con i tasti freccia. La programmazione può essere effettuata senza bisogno di un manuale, anche se il manuale è utile per chi lo utilizza per la prima volta per comprendere meglio il ruolo delle diverse funzioni e per definire le diverse zone. Tuttavia, questo è ben lontano dalla semplicità dei modelli Husqvarna e Gardena, che hanno schermi più grandi con icone e diverse righe di testo.

Fortunatamente, Robomow ha la buona idea di offrire un’applicazione per smartphone che permette di accedere a tutte le impostazioni del robot attraverso un’interfaccia molto più user-friendly. Peccato che la portata del Bluetooth sia così bassa, in quanto bisogna stare molto vicini alla falciatrice per connettersi ad essa e quindi non è possibile controllarla dall’interno della casa.

Efficienza e qualità di falciatura
Grazie alla sua batteria da 4,6 Ah, l’RS625 è in grado di falciare per circa un’ora dopo 102 minuti di carica, con un consumo di 0,31 kWh. Questo è molto più di 0,122 kWh dell’Automower 330X, che falcia per 3 ore (o 0,04 kWh all’ora), ma il bilancio finale dell’efficienza non è così sbilanciato. Quando il 330X falcia una striscia di 24 cm di larghezza, l’RS625 falcia una striscia di 56 cm di larghezza, che è 2,3 volte tanto! Tuttavia, l’Husqvarna è ancora più economico grazie al suo bassissimo consumo energetico, che è dovuto ad un peso molto più basso (7 kg in meno) e ad un sistema di taglio meno energivoro. Tutto sommato, un 330X è quasi 4 volte più efficiente dal punto di vista energetico. Tuttavia, se calcoliamo nel corso dell’anno, non c’è motivo di allarmarsi, poiché al ritmo di 2 cicli alla settimana sulla nostra area di prova di 300 m² (2 falciature per ciclo sono sufficienti) per 34 settimane (da marzo a ottobre), il consumo totale raggiunge i 21 kWh per un anno con l’RS625, cioè circa 3 € all’anno al ritmo attuale (15 centesimi per kWh) – questa stima è naturalmente da adattare alla superficie da falciare.

Se l’RS625 non può essere descritto come economico, la sua potenza è lì per compensare. Così non abbiamo esitato un attimo a lasciare che si occupasse del primo taglio della stagione, anche se avevamo aspettato abbastanza a lungo per raggiungere un’altezza dell’erba di 10-20 centimetri. Robomow stesso dice che il suo robot può farlo, anche se il risultato non sarà buono per diversi giorni di falciatura fino a quando l’erba non sarà tagliata correttamente ovunque. Naturalmente, la modalità turbo della falciatrice deve essere attivata affinché i motori funzionino al massimo del loro potenziale, anche se ciò significa consumare più energia e generare più rumore. L’RS625 è quindi impressionante, si muove senza grandi difficoltà, anche se non sfugge ai blocchi delle sue lame sulle aree di prato più alte e deve quindi cambiare direzione frequentemente. Non è una questione di sottigliezza, passa o si blocca, ma la falciatrice va avanti e non abbiamo dovuto intervenire. L’altezza di taglio regolabile fino a 8 cm non è estranea a questo (2 cm più alta dell’RC312). Mentre i modelli RC di gamma bassa possono fare anche questo, l’RS625 lo fa molto più facilmente, anche se ci vogliono diversi giorni per ottenere una superficie “pulita”.

In condizioni normali, la qualità del taglio è molto buona, con lame che tagliano in modo pulito e schiacciano bene i ritagli d’erba per creare un aspetto simile al pacciame. Tuttavia, questo potente sistema di taglio può raggiungere i suoi limiti quando incontra zone molto dense o deve schiacciare elementi che sarebbero passati sotto la falciatrice (frutti…), poiché la lama può quindi essere danneggiata o inceppata più facilmente che con un sistema di mini lame su una tavola rotante (Bosch, Husqvarna…). D’altra parte, ciò che viene tagliato viene tagliato in modo netto, e si può quindi immaginare una più efficiente triturazione delle foglie o dei ramoscelli.

Nessun miracolo, d’altra parte, sul lato della falciatura dei bordi, ma questo è comune a tutti i robot falciatori, soprattutto per motivi di sicurezza (non si dovrebbe essere in grado di toccare la lama passando la punta delle dita sotto il piano di falciatura). Detto questo, anche i rasaerba manuali possono a malapena falciare un cordolo perfettamente, quindi bisogna finire con un tagliabordi, quindi non importa se si ha un cordolo di 5 cm o di 10 cm.

Robomow, RC308U, tagliaerba...
  • Lama super resistente, super sicura, massime performance; da sostituire...
  • Sistema di taglio esclusivo che «taglia oltre le ruote»; progettato per...
  • Smartmow: miglior manovrabilità e mobilità ininterrotta, taglio preciso;...
  • Tiene il tuo rasaerba al sicuro da mani indesiderate; il pin personale...